Rumore Pallido

by Diego Bianchi il 28 aprile 2003 @ 11:23 / Libreria / 2 Commenti
Ho finalmente finito, con fatica e tempi lunghissimi, Rumore Bianco, romanzo di Don De Lillo che Repubblica ha pubblicato recentemente tra i suoi gadget. Il libro mi è anche piaciucchiato, scritto bene (mi fido della traduzione in italiano), acuto, arguto, cinico, sottilmente ironico, inquietante e premonitore sugli sfaceli della società consumistica e inquinatrice, però….c'è qualcosa che mi sfugge in questa letteratura americana che va tanto di moda adesso, qualcosa che mi rende la lettura un po' annoiata, svogliata, a ritmi alterni, pigra…e vi giuro che non sono antiamericano (o antiamericanista?).
Quando scopro cos'è che non mi convince ve lo dico.
Intanto ora mi ributto sulla letteratura meticcia.
Ho iniziato Zadie Smith (quella dello stupendo Denti Bianchi), l'Uomo Autografo. Per ora mi piace, vado anche molto più veloce nel leggerlo.
Facebook

2 commenti a “Rumore Pallido”

  1. scritto il 7 luglio 2003 17:28 da gaber

    annoiata??? che va di moda adesso??? ma abbiamo letto lo stesso libro?

  2. scritto il 22 marzo 2004 22:08 da luigi

    Non entro nel merito delle tue considerazioni (de gustibus). Ti assicuro però che la traduzione italiana è pessima, se te la cavi con l’inglese leggiti white noise in lingua altrimenti qualsiasi altro romanzo di DeLillo, sono tutti tradotti meglio!

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License