La pazienza di Rivaldo

by Diego Bianchi il 27 maggio 2003 @ 11:39 / Calcio_Antico / 8 Commenti
E qualche lato negativo nell'essere Rivaldo ci deve pur essere.
Sei campione del mondo, guadagni miliardi giocando solo quando le gambe ti reggono, te ne vai a Manchester a giocare o a guardare una finale di Champions League senza dover ricorrere ai bagarini, hai tutto spesato, vitto, alloggio e abbigliamento (questa mi è piaciuta), sei stato comprato da quello che si è comprato tutti noi ma tu almeno gli spilli un sacco di soldi…insomma, nonostante tutti questi benefit, constato che ti tocca fare il viaggio in pullman seduto vicino al figlio di Galliani.[...]
Ed è inutile che gli dai le spalle e guardi fuori dal finestrino fingendo di essere interessato da qualcosa di passaggio o di dover guardare la strada perchè altrimenti vomiti.
Prima o poi dovrai parlarci, rispondere alle sue domande, aggiustargli la coda di cavallo, raccontargli di quando eri povero e sgambettavi nelle favelas, promettergli di presentargli qualche brasiliana amica tua o di dargli lezioni di samba… insomma Rivaldo, sto stipendio un po' te lo devi pure guadagnare, e che cazzo.
Facebook

8 commenti a “La pazienza di Rivaldo”

  1. scritto il 27 maggio 2003 12:49 da Dr.Tarr

    d’accordo in pieno, è uno lavoro difficile quello del giocatore zoppo, ma qualcuno lo deve pur fare!
    ehhhhh….Come faceva compagnia Ronaldo all’Inter non lo faceva nessuno!

  2. scritto il 27 maggio 2003 12:55 da romeo&juliet

    Tutti i lavori comportano sacrifici, sopportare il figlio di Galliani non deve essere una passeggiata, ma sempre meglio che scavare miniere :-)

  3. scritto il 27 maggio 2003 13:39 da Dr.Tarr

    poteva andargli peggio… poteva sedere accanto a Piersilvio!

  4. scritto il 27 maggio 2003 20:02 da nuanda

    Il capostipite del giocatore fantasma fu Nando De Napoli.Passò dal Napoli scudetto alla tribuna nebbiosa di San Siro(sponda rossonera).Già all’epoca er Cavaliere mascarato prendeva i giocatori,li pagava profumatamente,li metteva in tribuna e tutto x non farli comprare dalle altre squadre…passano gli anni ma le cose non cambiano…Anzi peggiorano xchè ora il giocatore fantasma deve sorbirsi pure il figlio dello zerbino del boss…

  5. Scusa se te lo dico, Zoro, ma questo carattere che hai scelto per scrivere il blog è poco leggibile, a volte non riesco ad arrivare alla fine dell’articolo appunto per via della scarsa chiarezza delle lettere (eppure non sono cecata ed ho un video 17′… :-)

  6. scritto il 28 maggio 2003 09:43 da TITTI

    Certo che l’invidia è una brutta bestia! Consente comunque a chi non ha da vantare successi propri (leggasi le varie Inter, Maggica (ma de che?) di mettere alla berlina chi di successi se ne intende parecchio. Amen.
    PS: perchè poi tutto viene sempre buttato in politica????? Posso capire che l’innominabile non riscuota unanime simpatia, ma la squadra che cosa c’entra? In ogni caso, forza grande Milan e grazie ancora al Berlusca!
    Ciao, lividosi!

  7. scritto il 28 maggio 2003 17:48 da deleterio

    Er fijo de galliani è ‘n travestito…
    Er fijo de galliani è ‘n travestito…
    Er fijo de galliani…
    Er fijo de galliani…
    Er fijo de galliani è ‘n travestito…

    Con buona pace di titti!

  8. scritto il 29 maggio 2003 18:28 da romario

    … e anche oggi ha vinto lui!!!
    più rosicate e più gode!
    non siete capaci di parlare d’altro e quindi continuate a rosicare…..

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License