Kill Chuck

by Diego Bianchi il 4 dicembre 2003 @ 14:43 / Libreria / 5 Commenti
Nelle mie letture sono sempre stato molto verticale, nel senso dell'approfondimento più che della posizione.
Se un autore mi piace l'obiettivo è di leggerne tutti i libri prodotti.
Se è estate e l'autore è un contemporaneo, spesso ci riesco.
Se non è estate e l'autore è morto non ce la faccio praticamente mai. [...]
Nel caso di Chuck Palahniuk mi trovo nel mezzo, con una contemporaneità attualmente mal supportata dalla stagione meno consona alle mie letture.
Dopo Fight Club, Invisible monster e Survivor ho appena finito di leggere Ninna Nanna.
Mi manca solo Soffocare, del quale sono già in possesso, e Palahniuk è finito.
Di Ninna nanna non ho ancora capito se e quanto mi sia piaciuto.
Direi più di Fight Club, meno di Survivor e Invisible Monster.
Se siete genitori di bambini da cullare, ecco, questa decisamente non è la lettura più indicata per voi.
Per quanto il trasformismo dei personaggi di Palahniuk possa devastarvi, per quanto il politicamente scorretto possa affascinarvi, la ninna nanna che uccide potrebbe suonarvi comunque eccessivamente eccessiva, soprattutto se siete alla ricerca della ninna nanna giusta ogni giorno.
Palahniuk ha alzato talmente tanto il tiro delle sue allucinazioni da rischiare ad ogni pagina di deludere le aspettative di chi cerca di seguirlo.
Confermo e ribadisco che quest'uomo è un pericolosissimo pazzo, uno che se non avesse scritto libri sarebbe sicuramente ricercato in tutto il mondo per turpi e riprovevoli ragioni.
Per fortuna però scrive libri e lo cercano lo stesso in tutto il mondo, magari per leggerlo prima di andare a dormire.
Facebook

5 commenti a “Kill Chuck”

  1. So quanto sono fastidiosi ma…:
    SPOT
    andate su grandesondaggio.blog.excite.it

    scusate l’interruzione, siete liberi di insultarmi (io mi insulterei)…

  2. La lettura di Invisible Monsters mi ha scioccato. Raramente ho trovato uno stile narrativo così coinvolgente e originale come in quel libro.

  3. scritto il 15 dicembre 2003 21:34 da Waster

    Concordo con “pericolosissimo pazzo”. Ora però mi disconnetto e vado a leggere “Invisible Monsters”…

  4. scritto il 18 dicembre 2003 14:52 da Taz

    Penso ke Ninna Nanna sia uno dei peggiori di Chuck. Di Certo nn meglio di Fight club.
    Da leggere cmq l’intervento di Pincio (…l’ho letto sui Miserabili), riguardante gli ultimi libri di Chuck

  5. scritto il 21 dicembre 2003 15:22 da Anonimo

    allora, che dire?…L’ho finito stamattina…uno stile originale, una storia con spunti di genialità, tuttavia dalla metà in poi il libro mi ha fatto davvero vomitare…la trama si appiattisce e offre ben poche sorprese…mi viene il dubbio che lo scrittore (disturbato senza dubbio, alquanto) si compiaccia eccessivamente delle nelle proprie complesse paranoie. Se fossi uno psicanalista lo ascolterei. Essendo un lettore non gli dedicherò più nemmeno un minuto.

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License