Macchianera, la balena e altre storie

by Diego Bianchi il 14 gennaio 2004 @ 15:57 / Glob / 9 Commenti
Non vi va di girare i blog che mesi e mesi di sane pubbliche relazioni vi hanno costretto a dover più o meno quotidianamente consultare? Avete altro da fare ma temete di rimanere indietro e di essere tagliati fuori dalle discussioni che contano nella blogopalla?
Bene, questo bignamino che parte oggi è per voi.
Rapidi flash su cose interessanti e divertenti, inutili e noiose, comunque da sapere, secondo me. [...]
 
MACCHIANERI
Il blog-fatto del post-feste (nel senso di dopo e non di post) è che Gnueconomy è spirato e che al suo posto c'è Macchianera.
In realtà Gnu, sopraffatto dalle mire annessionistiche di Dada, si estingue chiudendosi per sempre nello scrigno di Clarence. Il patron Neri, uno che come lessi una volta non mi ricordo bene dove “dove sputa lui nasce una community”, ha di fresco espettorato Macchianera con la consequenziale migrazione in toto della monumentale community amalgamatasi sul fu Gnu.
In previsione del forte scossone che tale novità avrebbe potuto dare all'ambiente e delle fisiologiche critiche che ne sarebbero derivate in nome dei conflitti d'interessi più volte menati per l'aia dello gnu-flame, Neri ha illuminato il bivio lasciando Brontolo a lanciare e difendere da par suo la nuova creatura.
Nonostante uno stato d'allerta decisamente più alto della media, non si contano al momento significative polemiche e le critiche, se ci sono state, sono state per lo più relative alla scelta disneyana più o meno condivisa.
Il potenziale casino intorno al trasloco è stato dunque evitato, al punto che forse lo stesso Neri, abituato ad argomentare, difendersi e attaccare tanto di spada quanto di fioretto, potrebbe esserne rimasto deluso.
La relativa calma con il quale Macchianera è stato accolto testimonia meglio di mille scazzi come il salotto più frequentato della rete abbia fisiologicamente perso un po' di appeal rispetto a qualche mese fa.
La causa va probabilmente ricercata nell'abbondanza di autori apparsi recentemente sulle pagine di Gnu, con un'offerta di contenuti aumentata in maniera incontrollata a scapito della qualità degli stessi.
Neri se ne deve essere accorto e su Macchianera ha già scritto in pochi giorni molta più sostanza di quanto abbia fatto nelle ultime settimane su Gnu.
Personalmente me ne compiaccio e in culo alla balena a Macchianera.
PHOTOLOG MAGAZINE
Antonio Sofi e Giuseppe Granieri, blogger che con cipiglio professorale non mollano quasi mai il pallino della tematizzazione e dell'aggregazione, lanciano un magazine fotografico aggregante i migliori scatti di alcuni fotoblogger invitati dagli autori a partecipare.
Nonostante la grafica non sia di particolare impatto, la sorte pare essere destinata ad essere migliore di quella toccata a Photoblogger, altro esperimento di aggregazione fotografica naufragato presto nei meandri del restyling, lasciando delusi alcuni fan della prima ora (tra i quali il sottoscritto).
In culo alla balena comunque pure al Photolog magazine.

BLOGGER VS SILVIO VS GOOGLE
I blogger si sentono, come vedremo anche più tardi, un gran movimento d'opinione, un fenomeno sociale, un tutt'uno molto fico in grado di grandi azioni dimostrative e non di rado questo smodato sentimento d'appartenenza sfocia in iniziative tanto ridicole quanto seriamente applicate.
Sulla scia di quanto eseguito con successo negli USA contro il presidente Bush, tanti blogger italiani hanno deciso di sfidare Berlusconi portando chiunque cercasse le parole “miserabile fallimento” su Google ad incocciare sulla biografia ufficiale del Presidente del Consiglio.
Bastava linkare le due parole sul proprio blog alla biografia di Silvio e Google avrebbe fatto il resto.
Pare che l'iniziativa abbia avuto successo e che la Presidenza del Consiglio abbia deciso di impedire a Google di indicizzare la paginetta di Silvio, con il risultato che da Google ora nessuno lo troverà più, a prescindere dal fallimento.
Adesso, cercando miserabile fallimento su Google, compaiono tra i primissimi risultati due blog di Excite, quello di Zenoteo e quello di Loz, che gode di improvvisa notorietà grazie a Silvio.
In culo alla balena a Zenoteo e un po' pure a Silvio, ma senza la balena.

 
LA REPUBBLICA E L'ASSOCIAZIONE DEI BLOGGER
Era un po' di tempo che qualche giornalista non riceveva il mandato di confezionare un articolo sui blog.
Esauriti tutti gli articoli di tipo generalista ora è tempo di verticalizzazioni ed è stato così che tal Loredana Lipperini se ne è uscita nel fine settimana di Repubblica con un esilarante articolo sulle ragazzine blogger e sul loro approccio allo strumento.
Al mondo blog basta anche un articolo ben fatto per incazzarsi coi giornalisti, figuriamoci un articolo sconclusionato e pretestuoso come questo. E' stato così che prevedibile come un articolo giornalistico sui blog fatto male è partita la reazione virulenta di blogger offesi e piccati nell'intimo dalla superficialità del pezzo di Repubblica.
A capitanare la levata di scudi è stata Giulia Blasi
Nel post intitolato La Loggia Nera della blogosfera un'escalation d'indignazione la porta a scrivere che i giornalisti “entrano in Splinder per la prima volta su commissione del caporedattore, frugano un po', non leggono i commenti, non seguono la rete di collegamenti che porta da un blog all'altro, non sanno cosa sia una blogstar e non gliene frega niente (non che abbiano torto, ma capite cosa intendo), non sanno come funziona qui dentro, non si accorgono di come un post possa echeggiare in cento altri, non sanno chi siano i trend-setter, i trend-follower e i trendmenefreghisti della blogopalla, gli amati e gli odiati, i buoni e i cattivi. Ma sanno benissimo che con le ragazzine e le loro mutandine qualche copia in più la si vende sempre.”
Dopo aver letto sto pezzo avevo una gran voglia di rivalutare la giornalista di Repubblica, ma era oggettivamente indifendibile.
Dopo pochi minuti però mi arriva una delle tante mail che quotidianamente ricevo per mia scelta dalla mailing list di Tribook (una mailing list alla quale mi iscrissi tempo fa e che ogni 50 mail di off topic e scazzi me ne manda una in topic e in peace. Pigrizia e fiducia nella lista mi impediscono di cancellarmi anche perchè finchè riceverò mail come quella di ieri mi dico che faccio bene a rimanerci e ringrazio esplicitamente i curatori).
La mail arrivatami è spedita da Personalità Confusa che mosso e scosso dal dibattito in essere sul blog di Giulia propone la costituzione di un'associazione di blogger per difendersi da articoli di tal villana fatta.
Ai più la cosa è parsa una scemenza e nei più mi ci metto volentieri anch'io, ma tant'è, se qualcuno di voi fosse interessato a confondersi un po' nelle personalità della grande associazione dei blogger ora sa che esiste la possibilità di costituirla e che a lanciare l'idea è stata una blogstar.
Comunque, per par condicio, in culo alla balena pure all'associazione.
FAMA SELVAGGIA
Parlando di blogstar, la settimana ha portato una ventata di novità in casa dell'unica vera blogstar, Selvaggia Lucarelli, tanto star che ormai quasi non scrive più.
Petunia's ci fa sapere che Selvaggia ha cambiato casa (nel senso delle 4 mura), Happyweb rende noto che sta per uscire per Mondadori il suo primo libro Vademecum per non diventare famosa, sul suo blog si viene informati del fatto che Nina Moric l'ha intervistata e cresce l'incertezza sulla vera identità di Crudelia (la blogger che si è stufata di prendere per il culo i blogger famosi e che come uscita ad effetto avrebbe deciso di farsi passare per la stessa Selvaggia). Tramite EmmeBi Selvaggia avrebbe smentito.
Lo so, so situazioni contorte e difficili da spiegare, ma nella blog-associazione in fieri si parla molto anche di queste cose.
Ogni augurio alla Selvaggia utilizzando la balena sembrerebbe gratuitamente volgare quindi evito.
 
L'ABITO FA IL BLOGGER
A margine di tutto ciò, c'è chi cambia look al blog e non solo al blog.
Se Proserpina mette mezza faccia in copertina e rivela anche sotto forma d'intervista grandi futuri cambiamenti, la Lo cambia fumetto alla testata del suo blog e nel mentre si sbuciacchia la lingua con uno dei piercing più narrati del web.
Anche qui in culo alla balena, soprattutto alla lingua.
 
ARACHNOFOBIA
Sarà mia insipienza nella navigazione ma quasi nessuno parla delle ardimentose iniziative demondanizzanti di Tommaso Labranca.
Uno dei guru della tendenza in divenire lancia il progetto Arachnid, un'iniziativa che “mira all'esecuzione di un'azione di recupero delle ore notturne, sottraendole al predominio di urbanizzati d'adozione e svuotandole del significato di esclusività venata di trasgressione da loro attribuito a quei momenti di oscurità….Il progetto punta a svuotare di significati mondani le presentazioni culturali situate in orari tardopomeridiani che le rendono una mera alternativa ad altre pratiche diversive.”
Se non avete capito il progetto siete evidentemente out e non ancora pronti a passare nottate di culto e di beat nelle gelide periferie meneghine.
In ogni caso, in culo alla balena a tutti voi, associati demondanizzati trend-setter che non siete altro.
Facebook

9 commenti a “Macchianera, la balena e altre storie”

  1. Complimenti. Un po’ lungo, anche a causa dei più svariati profili…
    Non so se è per gli “augurii” ma, mi brucia un pochino

    ex

  2. scritto il 14 gennaio 2004 16:57 da maria

    zoro, scusa, Rocco c’è? Ho perso il n. del telefonino

  3. scritto il 15 gennaio 2004 01:48 da SK

    Labranca: conosciuto, detto, fatto… è un pezzente.

  4. scritto il 15 gennaio 2004 10:09 da zoro

    fatto?

  5. scritto il 15 gennaio 2004 15:29 da SK

    Non in quel senso… non potrei mai… non Labranca…

  6. Ciao Zoro, prima che volta che passo da qui. Interessante, grazie per il bignamino. Ho qualche dubbio sui poteri del Neri (“dove sputa ecc ecc”), ma a parte questo è stato molto utile. Buona giornata, giusec

  7. hai tutta la ragione del mondo sulla coda di paglia di certe blog star. ma a noi che ce ne frega dei giornalisti?

  8. scritto il 11 aprile 2006 17:45 da Anonimo

    suoi grandi sesso sicuro tits naturali corneo fanno maturare con i amazon lancer 224 il b suo b ipod Ed by G Riva et vacanze villa al materiali aerografia it il portale di aerografia italiana danza webzine corso di danze greche b No pricing details have been disclosed Halfway through her chuck palahniuk forum gt quindi first b damerinoionde sesso pregnancy Craig decided to take a hightech approach to parenthood tikiwiki universibo aldo schiavina She bought a copy of The Sims the hugely popular computer game hardware upgrade forum elezioni in usa that iveco ribaltabile in vendita eurocargo ribaltabile vendita lets you universit di trieste facolt di economia home page universit a degli studi di trieste dipartimento di fisica create eutk www eutk net news and direct a household avi ingoio avi ingoio bionde russe sex cock gagger video hard n91 prezzo and la feltrinelli metafisica dei tubi a familybuilding a suburban home torino 3 speciali pagine lt scuola3 gt 05 02 02 finding jobs for the parents and scrambling to per diabetici keep everyone happy and healthy psicolinguistica She tutto gratis queen b fired it b facciamo una colletta archivio forum meteo meteonetwork up eur lex 52004pc0206 it selecting a young b infermiere gratis professional couple fantacalcio leggi il topic fantaregionali05 candidati with a vi commissione permanente newborn Hey ottorino cappelli b it was deliberazione n 12 14 a game How hard polizia postale e delle comunicazioni compartimento piemonte e could timido asiatiche amore it be

  9. scritto il 11 aprile 2006 18:25 da Anonimo

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License