TrovaZoro – Da Achille -

by Diego Bianchi il 23 febbraio 2004 @ 12:53 / TrovaZoro / 26 Commenti
Parte con questo post il TrovaZoro.
Trattasi di una guida vera e propria, personale, faziosa e sincera, sui posti a valenza commerciale che per un qualsiasi motivo frequento o ho frequentatato in passato.
Questa rubrica è un modo come un altro per dare consigli o avvertire dei rischi, esaltare o affossare un locale, un negozio, un ristorante, mettervi in guardia da un commerciante stronzo piuttosto che raccomandarvi ad uno fidato.
La guida non sarà affatto uniforme e avrà la costante tendenza a mettere insieme le mele con le pere: dai megastore di Parigi alla trattoria di Caselle in Pittari, dai ristoranti di Roma allo stabilimento balneare di Cupra Marittima, sarà costume abituale del TrovaZoro saltare di pal in frasca, senza logica apparente, così, come va a me.
Per ogni locale trattato saranno forniti indirizzi, prezzi medi, aneddoti personali e, se possibile, minidocumentazione fotografica o filmata.
Nel consultare la guida tenete sempre presente due cose:
- soprattutto ultimamente non è che io esca un granché;
- i posti che mi hanno visto sono più o meno accessibili per tutte le tasche.
——————————————————-

DA ACHILLE

 
- Roma, Via Aosta 55, cd nuovi e usati, lp usati, computeraglia varia – [...]
Non si poteva non partire da qui.
I lettori più affezionati di questo blog hanno già avuto modo di conoscere Achille (qui, qui e qui), il mio fornitore di dischi di fiducia. Ed è con lui, inevitabilmente, che parte il TrovaZoro
- Achì, pe quaa cosa che vojo scrive su dde te, me manca da sapè na cosa. Ma come se chiama sto negozio?
- come se chiama….boh
- Come boh, nce l'ha nnome? Na cosa tipo, “Da Achille”.
- mmmmm… “Da Achille” … po annà …
- Achì, ma davero nun sai er nome der negozzio tuo?
- ma che ne so… nun ciò mai pensato.
Vi ricordate quei negozi attivissimi tra fine 80 e inizio 90 dove si potevano affittare i cd?
C'è stato un periodo in cui tutto ciò era abbastanza legale, si usciva da sti negozi con paccate di cd sotto braccio da restituire entro due giorni pena multa progressiva, tutto ciò mentre lo spauracchio dei masterizzatori ancora non aveva mozzicato le case discografiche. Ecco, Achille nasce così, con i cd da affittare.
E Achille quando comincia sti cd li cataloga tutti, uno per uno, con delle odiose pecette applicate sui dossetti, con nome, titolo e numero di serie dell'achilleo catalogo.
Il suo fiuto per gli affari lo porta dunque da subito nel settore merceologico più in crisi di tutti, quello della musica. A questa scelta intrinsecamente sfigata va aggiunta, al fine di meglio inquadrare il caratteristico negozietto che stiamo trattando, la totale mancanza di attitudine del gestore naif per qualsiasi forma di marketing e di cura dei propri affari. Nonostante sbadataggine, svagatezza e palese rincoglionimento avrebbero dovuto logicamente allontanare avventori e discofili, Achille smentisce qualsiasi dottrina di customer care introducendo nel rapporto commerciante-cliente la dinamica tipica del rapporto di coppia ad amore non corrisposto, dove c'è uno che rincorre e l'altro che rifiuta. Così, come spesso accade in amore, il cacciatore non molla la preda proprio perché non può averla e s'incaponisce finché l'agognato frutto dell'amore non diventa cosa sua.
Con Achille, ancora oggi, succede più o meno la stessa cosa. Ma la sua non è una strategia, è incapacità sublimata a talento.
La verità è che lui a vendere dischi non ci pensa proprio.
O meglio, ci penserebbe pure, ma poi si scorda.
Achille quando esce un disco nuovo ottimizza al massimo le proprie risorse e ne compra raramente più di una copia.
Più spesso non la compra proprio e attende che si presenti qualcuno a chiedergliela.
Lui  risponde che quel disco l'ha appena finito e più o meno a pranzo va dal fornitore.
Quando si ricorda. Ma spesso non si ricorda.
Achille non ha stock in magazzino, anche perché prima deve vendere tutte le copie di quei dischi che affittava 10 anni fa. Quelle con la pecetta odiosa appiccicata.
Ma Achille non è solo cd. Achille è na scola de vita.
Io poi ad Achille ce l'ho in pugno e lui lo sa. Una volta andai a veder suonare Mory, il mio maestro di percussioni.
Entrammo, io e Sanva, in uno strano locale, dalle parti di Trastevere.
Non c'era il concerto, non subito almeno. C'era invece un gruppo di persone che spiegava ad un più esiguo gruppo di persone come risolvere il problema della fame in Africa.
Avevano una teoria che ora non ricordo, definita, chiara, risolutoria, ma che non credo abbia avuto ancora molta fortuna. C'era un signora che in tailleur illustrava il progetto. Avevano dei depliant. Facevano una colletta. Erano il SUM, gli Stati Uniti del Mondo.
Io e Sanva ci guardavamo senza ridere, seri, perchè in certe circostanze se ridi vuol dire che non ti vuoi gustare l'evento fino alla fine, vuol dire che ti rifiuti di partecipare ad una cosa indimenticable. Mory attendeva il suo turno per suonare e ci guardava preoccupatissimo, per l'Africa soprattutto.
Sullo sfondo, dietro alla donna col tailleur, dietro ai preti, dietro a tutti, senza parlare mai, un guru, una presenza sospesa e inquietante, ieratica e ascetica, permeava di sé l'ambiente e gli astanti.
Tutti lo temevano, tutti lo guardavano senza farsi vedere, ma solo io sapevo che quell'uomo dal lungo capello bianco altri non era che Achille, in una delle sue mille derive spirituali.
Ogni tanto jelo ricordo ancora. E lui ride. Achille a ridere ci mette sempre un po' ma ridere ride.
Per queste ed altre ragioni, se volete un disco andate da lui e ditegli che siete amici di Zoro.
Siamo già d'accordo, vi farà uno sconto, anche se non è detto che vi dia subito il cd.
Potrebbe averlo finito e dover fare una scappata dal fornitore.
Facebook

26 commenti a “TrovaZoro – Da Achille -”

  1. scritto il 23 febbraio 2004 13:13 da amlo

    è ufficiale. sei il mio dio e Achì è il tuo profeta.

  2. scritto il 23 febbraio 2004 13:57 da mp

    io voglio i capelli come achille!

  3. scritto il 23 febbraio 2004 14:35 da SanVa

    che sei andato a ricordarmi, gli Stati Uniti del Mondo e la spedizione dell’arcangelo Achille in Africa …
    Ne abbiamo viste davvero troppe.

  4. scritto il 23 febbraio 2004 15:21 da SanVa

    meno male il vecchio Clint non detiene alcun esercizio commerciale, sennò eri capace di ripescare pure quello …

  5. Con i suoi capelli nelle 4 vite precedente era un mio collega di certo…

  6. scritto il 23 febbraio 2004 15:41 da zoro

    oddio er clint me l’ero scordato, ah ah ah, ma se po ripescà lo stesso

  7. scritto il 23 febbraio 2004 18:27 da Druuna

    ah! i venditori di dischi! Anche io ho Giacinto nel cuore! Ma essendo ormai lontano ed essenod via Aosta vicina, ruzzolerò a conoscere codesto uomo. Ce poi, a dirla tutta, me l’aspettavo diverso, magro e coi baffi, chissà perchè! L’importante è che tu mi assicuri lo sconto. Ma gli devo dire che mi manda Zoro o Diego?

  8. scritto il 23 febbraio 2004 21:49 da mikela

    giura ke quei capelli sono davvero i suoi!!!

  9. scritto il 23 febbraio 2004 21:54 da achille

    a zoro.. togli ste foto che me sembro un picasso

  10. scritto il 23 febbraio 2004 22:46 da Lo

    achille hai una meravigliosa gradiazione bicolor.figherrima.

  11. scritto il 23 febbraio 2004 23:04 da amlo

    ACHILLE SEI DAVVERO TU?

  12. “Figherrima” e’ il piu’ bel superlativo mai coniato da mente umana :)
    E poi achi’, te posso da nconsijo da amico?
    Perche’ nte apri un blog pure te e ce metti ogni giorno un post co tutti i dischi novi che te so arivati.
    Ce metti pure la webcam che inquadra i clienti, con la scusa de contrasta’ i taccheggiatori :)

  13. scritto il 24 febbraio 2004 08:52 da zoro

    il blog d’Achille è una delle tante proposte che ho fatto al nostro uomo per promuovere la sua straordinaria immagine. Ma lui è impermeabile, nce sta niente da fa. Magari co tutti sti fan ora se decide.

  14. Ao’, ma ndo sta Achile ? So stato 5 anni a du passi da Achile e nun lo sapevo ! Sob !

  15. scritto il 24 febbraio 2004 09:34 da amlo

    Achi’ vieni da excite. iamm’ bell’.

  16. scritto il 24 febbraio 2004 09:34 da Gattalberto

    me spiego: ndo sta a via aosta ? vicino a na rosticceria, banca, damme coordinate…

  17. scritto il 24 febbraio 2004 09:43 da zoro

    Achille sta dirimpetto a quello che na vorta se chiamava Lo Spiedo d’Oro, na rosticceria che mo se chiama qualcosa tipo Il Papero Giallo, o altre bestie del genere

  18. scritto il 26 agosto 2004 11:59 da Anonimo

    VALENTINA SOARDO

  19. scritto il 29 aprile 2005 19:26 da Maria rosaria

    ti ho già scritto una volta:)
    anche se siamo dello stesso paese mica ho capito chi sei!!!!???
    ciao:)

  20. scritto il 11 febbraio 2006 21:03 da Rich

    Achille si un grosso proprio! Appena passo a via Aosta te pare che non vengo a trovatte!

  21. scritto il 25 luglio 2007 20:33 da Rich

    che ber blog! bravo… achille lo conosco pure io… è solo un anno e lo vedo soprattutto pe sto computer che non va mai ma è il massimo proprio!!! dai così

  22. scritto il 6 novembre 2007 18:44 da silvia&claudia

    a ziiiiiii!!!!! ma sti capelli xk nn te li tagli??? semo tu nipoti e se vergognamoooooooooooooooo!!!!!!!!!! XD

  23. scritto il 7 novembre 2007 08:38 da barbara

    achi’ma dove t’hanno adottato? Conosco una parte della tua famiglia eppure sti capelli ce li hai solo tu…..

  24. roadtech com jobs new keys for the viewsat xtreme iyottube scandal pinay mamando verga mujeres daisy dooks davenport tdcj id offender lookup www maussan com carson pirie scott chicago outlet store best truth or dare questions kawasaki mojave cwr benny hana restaurant cincinnati tamil bluefilm actresses clubpenguin password box yotub motorcycle crashes coithienthai truyen nguoi lon cogiaothao oraciones para babyshawer nude melissa dettwiller videos www yahoo att com staph infection dog pictures death condolence letter

  25. scritto il 1 novembre 2010 22:13 da Alessandro

    Ciao Diego!
    Mi è piaciuta molta la prima puntata del “TrovaZoro” ma ho visto che non ha avuto un seguito. Ne riproporrai delle altre prima o poi?

    Un abbraccio,
    Alessandro

  26. scritto il 28 gennaio 2011 01:06 da valeria

    ….

    dopo i tuoi di commenti…mi vengono solo parole banali…
    ma sei vero?

    continua così e non ci abbandonare!!

    valeria

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License