Il cubo rosso

by Diego Bianchi il 16 maggio 2006 @ 23:58 / Libreria / 11 Commenti
Sempre parlando di libri.
Ho finito di leggere la Rossanda, Terzani e Ezio Vendrame.
Ho cominciato Roberto Saviano e l'autobiografia di Spike Lee.
Attendono impilati L'impero di Cindia, l'ultimo di Tibor Fisher, un David Sedaris, Guene Faiza e Diamond.
Alcuni di questi non li leggerò mai, ma li ho comprati per gola.
Il problema vero però è un altro.
Durante uno degli ultimi ponti ho trovato a Cupra Marittina uno splendido cubo rosso di cartone appartenuto a mia nonna (non è propriamente un cubo, ma sulla libreria, visto dal divano, ha la perfezione di un cubo).
Nel cubo rosso ci sono i 5 tomi de Il Capitale. Sul cubo rosso Karl Marx.
Il cubo rosso ora è qui, a Roma, a casa mia.
All'età di 36 anni inoltrati vorrei fare questa cosa di leggermi Il Capitale, una volta nella vita. L'ho studiato in passato, me ne sono fatto un'idea generica, mi sono pure fatto la foto sotto la statua di Marx ed Engels a Berlino, ma non l'ho mai letto tutto, Il Capitale.
Intorno a me c'è molto pessimismo circa la possibilità che io possa a) capirci qualcosa b) superare pagina 100 c) finirlo.
In Economia Politica presi 19. Non mi piaceva, studiai poco, superai l'esame, fui contento e portai a casa. Ora non so che fare.
Non vorrei darla vinta agli scettici, ma temo abbiano ragione.
Cerco lettori del Capitale che mi diano fiducia.
Arredare, comunque, arreda.
Facebook

11 commenti a “Il cubo rosso”

  1. scritto il 17 maggio 2006 02:55 da SanVa

    ma i libri del Capitale non erano tre?

  2. scritto il 17 maggio 2006 03:58 da SanVa

    allora c’ha ragione il Berlusca: non solo i marxisti, ma addirittura Marx stesso e’ ancora vivo, e ha scritto altri due libri del Capitale

  3. scritto il 17 maggio 2006 07:59 da zoro

    sono 3 libri, ma 5 tomi

  4. scritto il 17 maggio 2006 09:49 da amlo

    zitto, che se ti sente adinolfi…

  5. scritto il 17 maggio 2006 13:22 da SanVa

    ah, 5 tomi. E quanti cacchi?

  6. noi sul cubo ci si balla sulle note di “compagni, dai campi e dalle officineeee, prendete la falce portate il martellooo….”

  7. Diego mi duole dirtelo, ma guarda che neanche Karl l’ha letto tutto, il Capitale.

  8. scritto il 18 maggio 2006 09:16 da Teresa

    Quello di Saviano leggilo è di una bellezza sconvolgente!!

  9. scritto il 19 maggio 2006 16:41 da Mau

    ti so vorace lettore dalle spiaggiate di Cupra. DAS KAPITAL so’ cazzi seri… io c’ho in bella vista l’opera omnia di Freud, ma mica l’ho letta tutta! Comunque hai il mio incoraggiamento, tanto più che la tua audience di blogger appare inversamente proporzionale alla bontà dei tuoi intenti!
    Un abbraccio

  10. scritto il 19 maggio 2006 20:36 da lu

    arreda, ma accumula pure polvere

  11. Su su, faccela, ti frantumerai i coglioni, ma sarai contento alla fine!

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License