"Nuovo" è un concetto relativo

by Diego Bianchi il 18 settembre 2006 @ 12:20 / Tivvu' / 8 Commenti
Era strano che i servizi fossero di almeno sei mesi fa, a giudicare dall'abbigliamento delle persone, e che si recuperasse ancora la storia di Gatti, formidabile ma ampiamente vista e raccontata in giro mesi e mesi fa: e che questo avvenisse in una prima puntata molto attesa di un programma presunto “nuovo”. Wittgenstein 14-9-06
Stupisce che un giornalista come Luca Sofri argomenti il suo astio per la nuova trasmissione di Santoro e per i compagnucci di merenda di costui in questa maniera.
Stupisce per almeno per 3 motivi:
 
1) perché quando Gatti, mesi e mesi fa, si fece pescare al largo di Lampedusa per poter raccontare quel che ha raccontato circa la sua permanenza in qualità di curdo iracheno al Cpt, di tutto ciò non parlò quasi nessuno, non in tv almeno, non in prima serata.
Ed è sempre meglio tardi che mai. [...]
2) perché è strano che a Sofri, attento lettore di stampa e magazine e blog dai 5 continenti, sia sfuggito l'Espresso di sole tre settimane fa, con la conseguenza di non capire che l'attualità della presenza di Gatti ad Anno Zero fosse dovuta alla nuova, recentissima, sconvolgente inchiesta di Gatti sui lavori stagionali degli immigrati schiavi, in provincia di Foggia.
3) perché mi sarebbe piaciuto che Gatti, in trasmissione, avesse potuto ricordare anche l'inchiesta da lui realizzata prima di quella fatta presso il Cpt di Lampedusa, l'inchiesta sul viaggio che migliaia di africani compiono attraverso deserti e dogane per raggiungere, se sopravvissuti, la costa dalla quale imbarcarsi verso l'Italia. Si tratta di un reportage del dicembre 2003 (per il Corriere della Sera) del quale venni a conoscenza grazie ad un post di LowRes su Glob, post che fu commentato dallo stesso Gatti così: “Vi ho incontrati per caso su Internet. Le vostre riflessioni sono una spinta a continuare. Grazie Fabrizio Gatti“.

Anche quell'inchiesta, se raccontata oggi in tv, a Sofri sembrerebbe vecchia e poco attuale, come il programma disposto a raccontarla.

Facebook

8 commenti a “"Nuovo" è un concetto relativo”

  1. scritto il 18 settembre 2006 14:09 da vivinc

    ehhhh, ma sofri è uno avanti. fa ancora i post sull’ipod, sì?

  2. scritto il 18 settembre 2006 14:48 da MrBrown

    ci vorrebbe una bella puntata con Roberto Saviano

  3. scritto il 19 settembre 2006 11:00 da andrea

    sul blog da te indicato c’è un’intestazione che dice che NON è il blog di sofri…ne sai qualcosa di questa disputa?
    comunque, sofri o non sofri, trovo anch’io le critiche scritte petulanti e pregne di pregiudizio rosicone e rancoroso.
    la trasmissione di santoro avrà anche pecche e margini di miglioramento, ma, come dite a roma…stai a guarda’ il capello?

  4. scritto il 19 settembre 2006 11:27 da lupina

    per la cronaca, questo è il log della chat di Gatti con i lettori della settimana scorsa

  5. scritto il 19 settembre 2006 12:14 da zoro

    wittgenstein, a meno di novita’ dell’ultimo minuto, e’ il blog di luca sofri; poi ognuno si presenta come meglio crede

  6. Ti posso chiedere una cosa, con tutta la stima che ho per te?

    Ma tu, Sofri, ancora che lo leggi?
    [Ste]

  7. scritto il 19 settembre 2006 16:24 da riccardo

    Ciao Zoro.
    Sarebbe bello , a parere mio , un tuo ricordo della Fallaci.
    Ciao e buon lavoro,

    REiccardo

  8. scritto il 20 settembre 2006 15:59 da delta nn

    sì, però davero la voce lucignolesca un si pò sentì

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License