Internet, dove stanno quelli che s'abbracciano

by Diego Bianchi il 7 novembre 2006 @ 23:57 / Tivvu' / 13 Commenti
Superata una prima fase in cui sembrava particolarmente cool prendere per il culo Gianni Riotta fresco di nomina al TG1, nella nostrana blogosfera è subentrata una moderata rivalutazione del personaggio in virtù dei sempre più frequenti blitz del suo nuovo TG nella foresta più o meno vergine di Internet.
Poche giorni fa, ad esempio, é andato in onda un servizio di Giorgino su Second Life (videogioco di ruolo grazie al quale chi partecipa può gestirsi on line una propria vita parallela); stasera un altro servizio si soffermava sulla riproposizione su scala mondiale del video divenuto celebre su Youtube con un tipo che offre abbracci gratis alla gente per strada.
Ecco, pur ammirato da cotanta oggettiva apertura, mi domando: come può apparire tutto ciò agli occhi di chi con Internet non ha particolare dimestichezza?
Se è vero che per divulgare bisogna partire da cose semplici e leggere, se è vero che grazie a Riotta Internet sta cominciando ad entrare nelle case di tutti gli italiani, mi pare concreto il rischio che dal ripetersi di simili servizi possa diffondersi la convinzione, giusta o sbagliata che sia, secondo cui gli utenti di Internet siano fondamentalmente una manica di cojoni.
Facebook

13 commenti a “Internet, dove stanno quelli che s'abbracciano”

  1. In effetti per portare internet nelle case degli italiani bisognerebbe puntare più sull’effettiva utilità e semplificazione della vita che un tale mezzo porterebbe, e meno sul cazzeggio. Per esempio: che cazzo di fine ha fatto il caro vecchio PORNO?!? ;)

  2. scritto il 8 novembre 2006 10:41 da kurtiell

    non è che i blog faranno la fine del sesso virtuale?

  3. Io mi ritengo gia’ soddisfatto se i telespettatori del TG1 capiscono che noi non siamo quelli che lavorano con l’eternit.

  4. scritto il 9 novembre 2006 12:51 da ku

    hehehee….

  5. Purtroppo è opinione comunche gli gli utenti di internet siano tutti un pò depressi e terrorizzati dalla vita sociale. Nonchè cojoni. Per fortuna la realtà è diversa.

  6. scritto il 9 novembre 2006 14:29 da kurtiell

    ne sei sicuro?

  7. scritto il 9 novembre 2006 15:30 da liz

    si, infatti. utopia ha un’idea utopica degli utenti di internet

  8. scritto il 10 novembre 2006 10:54 da alè patane

    Off topo: Che fine ha fatto Amlo?
    Mi manca.

  9. scritto il 10 novembre 2006 12:33 da zoro

    non hai idea di quanto stia bene.

  10. na manica, hai detto bene

  11. scritto il 10 novembre 2006 21:10 da Alex1990

    Che fine ha fatto?? Capo dei cazzeggiatori salernitani?? autore ad-honorem di “C’è posta per te” in collaborazione con Anna Saporito?? Miliardario grazie ai guadagni di Smemoranda 2007?? Dateci notizie certe!

  12. E non è in effetti così? (Io per primo, naturalmente.)

  13. scritto il 11 novembre 2006 16:53 da ilaria

    glob di ieri tarda sera(quello con bertolino)s’interrogava sull’apertura del tg di riotta ad internet e dintorni..da come l’ho letta io pare un modo per ingolosire nuovi avventori pubblicitari..ma come spiegare che il nostro blogger mascherato sia sempre così troppo avanti??bella zo!?clap clap

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License