Pussycat Winx

by Diego Bianchi il 16 dicembre 2007 @ 23:56 / Cinema / 11 Commenti
Anita s'era fatta persuasa che il film delle Winx in quanto film di Natale sarebbe uscito proprio a Natale, il 25 esatto, e un paio di tentativi di portarla al cinema in anticipo avevano irrimediabilmente cozzato contro il muro di gomma di questa certezza indotta.
Ciononostante l'eterna tensione al quieto vivere domestico attraverso la sottile ma esplicita ricerca del compromesso ha fatto sì che la proposta sia stata di nuovo inserita nelle trattative atte a sedare non ricordo più quale capriccio, che se c'è da stare tranquilli e sereni, il 25 Dicembre prima arriva meglio è.
Ad andare ci tenevo particolarmente, per diversi motivi.
Intanto ogni occasione che consenta con un minimo sforzo di raccontarsi oggettivamente come un buon padre va colta per il suo significato immediato ma soprattutto per la sua resa nel medio e nel lungo periodo (e un post a futura memoria aiuta sempre). [...]
Tra l'altro si sarebbe trattato della prima volta della creatura al cinema, al cospetto del suo simulacro preferito da contemplare in trasferta dal televisore di casa. Infine, da difensore ufficiale delle Winx e della possibilità di civile e pedagogica convivenza con loro, dovevo dare coerente esempio.
La mia conoscenza delle sgallettate alate non va di molto oltre i loro nomi e profili da social network, e se cotanto sapere da una parte mi eleva di una spanna rispetto a tutti coloro che aborrono il fenomeno temendone subdoli poteri commercialmente magici, dall'altra, data la complessità dell'intreccio narrativo, il mio posizionamento si affossa ben al di sotto di quello medio di una ragazzina di 4 anni infusa anima e corpo nel calderone immaginifico di fatine, streghette, amiche della fatine e delle streghette, fidanzati, animaletti, sgorbi animati, maestri e maestre, dimensioni al di là, dimensioni al di qua, e dimensioni al di là dell' al di là.
Di domenica pomeriggio il Royal è quasi vuoto, decadente nel suo stentato tentativo di manutenere 2 sale e resistere al prossimo bingo o camiciaio che verrà a raderlo al suolo come già successo al Golden di via Taranto (dove nel frattempo è stato raso al suolo anche il Bingo in luogo del nulla, niente di niente, spazio sprecato e basta).
Ruminando Cipster da 3.5 euro Anita si è accovacciata curiosa, in totale controllo delle proprie emozioni, come avrebbe fatto davanti ad un televisore più grosso, senza particolari sussulti per stordenti effetti speciali, già coinvolta cerebralmente nella ricerca dei genitori di Bloom, dispersi nell'al di là dell'al di là, che tanto ci piacerebbe riportare almeno nell'al di là.
Le Winx di Natale sono bone come quelle del resto dell'anno se non di più, e questo era prevedibile, si vestono da Pussycat Dolls e si trasformano in continuazione da bone in molto bone fino a iperfregne, che è lo stadio finale della magia.
Ignoro di quanto le 6 mocciose volanti siano state esteticamente smussate per l'occasione, ma quei culi bombati non esistono neanche nei video di Snoop Doggy Dog; per esaltare il tutto rapidissimi frame inquadrano angoli di chiappa ad uso e consumo dei padri improvvisamente rimotivati, delle mamme che incassano e delle bimbe che memorizzano. Tuttavia, a parziale consolazione, il gadget lanciato dal film non è un tanga magnetico o una guepière di fuoco, ma, imprevedibilmente, il “paradenti rugbystico”, diga bianca da ostentare con orgoglio ad ogni sorriso, probabile strenna natalizia last minute, feticcio orale omologante razze e generazioni; nel film difatti lo indossano tutti i personaggi, giovani e vecchi, uomini e donne, serenamente rassegnati al fatto che disegnare canini e incisivi deve esser meno semplice di quanto si possa pensare.
Ora, se confrontata con le mille peripezie del padre di Nemo alla ricerca del figlio la storia di Bloom alla ricerca dei genitori è veramente poca cosa, non ci si spaventa e non si esulta e se quello che resta nella retina è una mezza zinna acerbamente puntuta e prepotente, nelle orecchie rimbomba l'appello alle risorse in dotazione per combattere il male; armi quali “potenza dell'armonia”, “forze della natura” o “potere della luce” sono roba da femmine, soluzioni decisamente meno invasive rispetto ad alabarde spaziali anni 80 rinforzate da turgidi magli perforanti volutamente concepiti per immaginari atti alla penetrazione.
Ciononostante, a testimonianza del fatto che le nuove generazioni siano più viziate delle vecchie e che per loro tutto sia più facile, il bene trionfa lo stesso.
In estrema sintesi, i genitori di Bloom vengono ritrovati ibernati nella pietra e scongelati per il gran ballo finale dove gli Specialisti in tuta da Rockets e capello da Verve tentano approcci goffi ognuno verso la propria Paris personale, si comincia a vivere felici e contenti, ma nel finale, durante i titoli di coda, il male minaccia di tornare per il prossimo Natale sotto forma di streghe iperfregne più o meno quanto le Winx.
Tutto ciò ad Anita è piaciuto, ci mancherebbe, ma dopo poco aveva già dimenticato l'eccezionalità dell'evento.
L'una tantum da godere in gruppo, ormai l'abbiamo capito, la esalta fino ad un certo punto.
Una sana programmazione quotidiana sulla tv di casa, tutti i giorni dell'anno, intimamente a tu per tu con quelle lì, per lei è sicuramente preferibile.
Che la potenza dell'armonia sia con noi.
Facebook

11 commenti a “Pussycat Winx”

  1. i bambini under 10 ora hanno i Gormiti (ai miei tempi si chiamavano Exogini).che poi capisci perchè da “grandi” le donne riescono sempre a incastrarci: imparano tutto da cartoni molto più utili ai fini del rapporto di coppia.come convinco il fratello 7enne: “guarda le Winx, conosci il nemico”?

  2. scritto il 17 dicembre 2007 04:59 da _*

    sia presa solo come notizia nuda e cruda: sapevate che dietro a tutto questo (aka: chi tira i cordoni della borsa) ci sta un prete?

  3. scritto il 17 dicembre 2007 08:45 da Anonimo

    rieccoti in gran forma come ti ricordiamo. non ci abbandonare per la 7

  4. scritto il 17 dicembre 2007 12:27 da alè patane

    “padri improvvisamente rimotivati, delle mamme che incassano e delle bimbe che memorizzano”grande zo’

  5. e dei cani parlanti cosa ne pensa, Anita? (il giudizio del padre lo conosco già…)

  6. scritto il 19 dicembre 2007 12:27 da lucia di loreto

    Io e Max abbiamo letto molto divertiti il tuo articolo, ciò che tu hai narrato lo abbiamo vissuto anche noi… di persona, cambia solo il nome del cinema. Che ne dici, la prossima volta possiamo andarci tutti insieme!!! Complimenti, Zoro

  7. A me non dispiacciono le Winx, sono belline, le Bratz invece …bleaaaahhhhhhhh:DAsia

  8. scritto il 4 gennaio 2008 17:56 da lulu

    le winx fanno vomitare

  9. Se volete vedere le winx nude scrivete winx nude vi aspettiamo !

  10. Christmas is coming,do you want a lovely cute gift for yourself,your friend and your family?Http://www.handbags.bz could supply you all kinds of high-quality bags at the Lowest price.at Replica handbagswe will send you free tiffany bracelet for free gift in your order package[url=http://handbags.bz]Replica Handbags[/url][url=http://handbags.bz]Knockoff bags[/url][url=http://handbags.bz]Prada handbags[/url][url=http://handbags.bz]Louis Vuitton Handbags[/url][url=http://handbags.bz]Replica bags[/url][url=http://handbags.bz]Bags knockoff [/url][url=http://handbags.bz]Louis Vuitton Handbags replica[/url]

  11. scritto il 7 ottobre 2015 19:09 da Chellini 69

    Ciao Zoro
    Giusto per intenderci.

    Leggevo cuore da quando era un inserto.

    Ti seguo da poco ma mi sembra di conoscerti da mo’.
    Ciao Marco

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License