Il diavolo e l'acqua marcia

by Diego Bianchi il 12 febbraio 2010 @ 09:26 / Tolleranza_Zoro / 9 Commenti
Di alleanze e delusioni, di Emma e Renata, di giretti e mercati, di porti e sacri selci, verso Sanremo, perché il Pd è sempre il Pd.

Questo e molto altro nella quarantasettesima puntata di Tolleranza Zoro, la tredicesima per la nuova edizione di Parla con me, l'ultima prima della par condicio, in una versione di mezzo minuto circa più lunga rispetto a quella andata in onda.

Buona visione.

Facebook

9 commenti a “Il diavolo e l'acqua marcia”

  1. scritto il 12 febbraio 2010 10:23 da luisa monaco

    finora questo è stato uno dei tuoi editoriali più incisivi e sagaci a PARLA CON ME, rispettando la dannata tempistica di una quanto mai strana par condicio. Arguto nel mostrare la scesa in campo della Bonino vs la Polverini, ci hai illustrato efficacemente due punti di vista differenti e due differenti modi di affrontare il popolo, la gente comune. Grazie per il riuscito tentativo di far luce su ciò che ci è oscuro. Ti ripeto, adoriamo il modo in cui tu, rappresentandoci egregiamente, spalanchi innocentemente gli occhi di fronte a ciò che turba o confonde l’opinione pubblica. Grazie veramente d’essere “Uno di noi”.

  2. scritto il 12 febbraio 2010 15:13 da rosy

    Apparente neutralità, trasparente parzialità, oggettiva genialità. Complimenti ancora una volta

  3. scritto il 12 febbraio 2010 16:42 da ivano

    Sei troppo forte come battute sei secondo solo a roberto benigni

  4. scritto il 14 febbraio 2010 13:33 da Mario

    E mo, se ne ita la Binetti… stappo lo champagne :D

  5. scritto il 19 febbraio 2010 16:31 da Anonimo

    diego canditati per le prossime elezioni da segretario del pd

  6. ciao Zoro, ti seguo da poco, volevo farti i complimenti per i video-servizi (se dirà cosÌ? boh) e su questo in particolare, aggiungo che il gesto della Bonino, di uscire durante la messa, a me è piaciuto. Non amo la Bonino, perché non la posso ritenere una candidata di “sinistra”, ma almeno ha una sua coerenza politica. Questo non vuol dire che gli permetterà di vincere nel Lazio, sempre se poi il PD voglia realmente vincere in quella regione, ma almeno prova a mantenere una “barra dritta”. Per quanto riguarda il PD al dopofestival, è l’ennesima dimostrazione di una politica improvvisata. Il famoso “partito leggero” alla Veltroni.

  7. scritto il 22 febbraio 2010 16:01 da Alex

    Spettacolare come al solito, e pure profetico alla fine… visto quello che è successo a Bersani sul palco dell’Ariston!!

  8. scritto il 25 febbraio 2010 16:36 da raoul

    Sei grandissimo! (Applausi)

  9. Ma come mai non c’è l’intervista a Fulvio. Zoro fai il bravo!!!

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License