Qualcosa di destra

by Diego Bianchi il 3 maggio 2010 @ 00:16 / Tolleranza_Zoro / 27 Commenti

Di Fini e Berlusconi, di Bocchino, di leader e parole, di partigiani e camerati, di liberazione e resistenza, per resistere ancora, ognuno come può.
Questo e molto altro nella cinquantatreesima puntata di Tolleranza Zoro, la diciannovesima per la  nuova edizione di Parla con me, in una versione di circa un minuto e mezzo più lunga rispetto a quanto andato in onda.
Buona visione.


Facebook

27 commenti a “Qualcosa di destra”

  1. scritto il 3 maggio 2010 01:07 da Max

    Ti stimo non poco

  2. scritto il 3 maggio 2010 07:21 da fede

    Finalmente parole definitive su Fini e la possibilità che sia interlocutore interessante per la sinistra e, ovviamente, bravissimo e bel video, all’altezza dei tuoi migliori standard

  3. scritto il 3 maggio 2010 07:49 da domenico

    L’ opposizione la fa’ Fini, Bersani ha paura di andare alle elezioni . . . . . . mi sento Finiano ha ha ha ha h a

  4. scritto il 3 maggio 2010 08:07 da angie

    Arguto, amaro, ironico, esaustivo come sempre, sintesi di tutti gli editoriali apparsi sul tema in questi giorni

  5. scritto il 3 maggio 2010 08:45 da marion

    Per una volta sono d’accordo con Veltroni quando dice “Zoro, s’è fatto tardi”. Penso si riferisse al pd. Grande Zoro, per te non è mai tardi, avanti così

  6. Certo che è assurdo per quelli di sinistra “attaccarsi” a Fini ed a Di Pietro che sono di “destra”.. ed al grande Travaglio discepolo di Montanelli.. stamo proprio messi male!!!!

    Grande

  7. Just wanna say thank you for the selective information you have distributed. Just continue composing this kind of post. I will be your patriotic reader. Gives Thanks over again.

  8. scritto il 3 maggio 2010 13:03 da Valerio

    Anch’io mi sento Finiano, meno Bocchinaro.
    Sei forte.

  9. [...] puntata di Tolleranza Zoro andata in onda ieri sera a Parla con me. Diego Bianchi la presenta così: Di Fini e Berlusconi, di Bocchino, di leader e parole, di partigiani e camerati, di liberazione e [...]

  10. scritto il 3 maggio 2010 16:18 da giovanni

    davvero i miei complimenti hai riassunto tutto il mio stato confusionale post discorso di Fini e relativa scenata di Berlusconi, hahahaha.
    Oltre ad essere estremamente divertente la scelta della colonna sonora è ineccepibile, sopratutto per la prematura scomparsa di Guru.
    Solo stima davvero solo stima.

  11. ciao,
    se ci pensiamo un attimo non c’è nulla di eccezionale in una riunione di partito in cui due leader contrappongono con enfasi due visioni distinte per le scelte future. E allora ciò che rimane è un duello che si è consumato soltanto a parole, che si chiude senza vincitori né vinti. Con tutta probabilità rimandato: il problema della successione a Berlusconi, c’è da giurarsi, non si è ancora nemmeno aperto. ci vediamo su politicaltv.wordpress.com

  12. scritto il 3 maggio 2010 20:08 da romanainvalpadana

    che genio…….

  13. Grande Diego, una delle migliori di sempre. Lo so che te lo scrivo quasi tutte le settimane, ma è colpa tua! Continua così.

    E comunque tra un bocchino e un Fini, io preferisco un bocchino, chiamame scemo…

  14. [...] cinquantatreesima puntata di Tolleranza Zoro, in cui si parla “di Fini e Berlusconi, di Bocchino, di leader e parole, di partigiani e camerati, di [...]

  15. Ma ‘nsomma che dici, che e’ la solita pappa der polizziotto bbono e quello cattivo??

  16. scritto il 4 maggio 2010 17:11 da Elio Malloni

    Qui si nun se svejamo sur serio s’aritrovamo co un patto “Repubblichino”!!! … Bravo Zoro ariersci sempre a coje er segno… però la gente che capisce er dramma è sempre de meno… Un abbraccio da Elio, detto: Manico d’ombrello

  17. ormai parlare di bocchino è diventato un tabù…già prima era complicato convincerle, mo so cazzi!

  18. scritto il 6 maggio 2010 13:19 da anna

    Bersani, la lega è molto più pericolosa di Berlusconi, con la lega nessun dialogo.
    Fini di qualcosa di destra, perfavore…geniale Zoro.

  19. scritto il 6 maggio 2010 14:00 da dospin

    bravo zoro sintesi efficassima,certo che siamo arrivati al punto che l’ opposizione se la deve fare dall’ interno il pdl,sembra fantascienza,e intanto il mite bersani a forza di sbiadire rischia di diventare trasparente

  20. scritto il 6 maggio 2010 14:25 da anna

    sei un grande, Zoro! adorabile….riesci a far sorridere in modo genuino, vero, senza volgarità o offese gratuite ,nel disastro che ci circonda….veramente bravo :) ….e grazie!

  21. “Così se te sta sur cazzo berlusconi, voti pe fini; e quindi chi voti? berlusconi”
    This is the bandolo della matassa.
    Bella lettura Zoro

  22. scritto il 6 maggio 2010 18:43 da Giulia

    SEI UN GRANDE!!!!!!!!!!!!

  23. scritto il 7 maggio 2010 10:17 da aldo mariani

    siamo il paese di quelli che sbroccano! è vero, sbrocca D’alema, sbrocca Totti, sbroccamo tutti, ma se ti trovi davanti un ministro della Repubblica che crede di aver pagato un appartamento di 180 mq 600.000 euro e se si accorge che qualche figlio di puttana gli ha, per sbaglio, pagato casa, si incazza e fa un casino, come fai a non sbroccà? io ho assistito all’acquisto di casa dei miei figli e c’erano oltre a chi vendeva, chi comprava, il notaio e la persona più importante: l’incaricato della banca con i soldi del mutuo. il nostro ministro macchietta ha detto a vespa che non si ricorda: “sono passati sei anni, dovevo fare il ministro” in un paese serio lo avrebbero preso a calci nel culo, ma questo è il paese dove c’è un governo barzelletta, con un capo comico e con ministri talmente ridicoli da chiamarsi la russa, bondi…ma in quale altro posto potrebbero fare i ministri gente del genere, ma lo ricordate gasparri che aveva firmato la legge sulle tv senza neppure leggerla? il capocomico gli ha detto: “firma dove trovi la crocetta” e lui l’ha fatto. solo quì è possibile, ma come se fa a non sbroccà?

  24. Sei sempre GENIALE!
    La scena finale è da applausi.
    E poi, diciamocelo: Bersani e le sue metafore c’hanno un pò rotto eh.

    Indimenticabile la frase detta a Ballarò:
    “Penso che il consenso sia come una mela attaccata al ramo, che viene giù quando c’è un cestino nuovo che la prende su“.

    E il più delle volte quando parla Bersani mi chiedo, come Diego:
    “E che vò di???

  25. la vera chicca è stata mettere i pezzi di Guru’s Jazzmatazz vol.3, dovuto omaggio ad un mostro sacro che ci ha lasciato. ancora più rispetto per te

  26. Voglio questi video negli archivi degll’Istituto Luce!
    Grande Zoro

  27. Il professore esimio Vincenzo Puzza condivide assaie il video visionato pochi secondi orsone, ma coglie puranchesso l’occasione per stigmatizzare i triviali doppi sensi nei confronti dell’onorevole Bocchino.

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License