Manchester Divided

by Diego Bianchi il 10 agosto 2011 @ 12:21 / Tolleranza_Zoro / 7 Commenti / Tags: ,

Quelli che seguono sono sette minuti circa di immagini in presa diretta della giornata del 9 agosto, nel centro di Manchester. La qualità non è granché perché ho potuto montare solo le cose girate con la Flip, ma meglio di niente, rende l’idea di come tutto è cominciato.
Buona visione.

Facebook

7 commenti a “Manchester Divided”

  1. azz, girato in quel modo è persino più drammatico……

  2. scritto il 10 agosto 2011 21:58 da Luca A.

    Zoro ubicumque! E le mamme con i bambini in braccio? E la pubblicità di Rooney? E tutti quei telefonini e i messaggi in Rete? Questo è videogiornalismo, grazie!

    Comunque sarà l’inglese parlato dagli inglesi ma fanno paura sia i buoni, sia i cattivi, sia i poliziotti (ma li costringono a indossare quelle divise? sembrano usciti da Minority Report).

  3. A leggere su Repubblica sembra che l’unico motivo della rivolta sia il desiderio del ‘plasma’.
    Quindi le cose sono due: o aveva ragione Elio oppure c’è altro.
    Ma vuoi mettere il triangolo della Pellegrini?
    Menomalechezoroc’è…

    Flavio

  4. Be the weapon not the target…

  5. scritto il 16 agosto 2011 16:05 da bicio

    Be the weapon not the target…

  6. scritto il 22 agosto 2011 08:59 da medo

    Associare a questi fatti il dato seguente: 4 su 5 minori di 10 anni e 3 su 5 sotto i 16 anni in Inghilterra hanno una dipendenza da videogiochi. Il dato diventa più basso ma sempre allarmante tra i 16 ed i 24, ovvero l’età dei “rioters” di sto cazzo di cui sopra.

    Vedo solo orde di gente inutile, figlia di altra gente che ha sbagliato tutto, in un contesto nazionale e mondiale che deve pagare carissimi e anche con la vita gli errori fatali delle tre generazioni precedenti.
    Dobbiamo renderci conto che i nati occidentali tra il ’30 ed il ’60 del 20esimo secolo hanno portato alla rovina secoli di culture, tradizioni, riti creando generazioni di mostri incapaci, tra cui mi ci metto pure io che di anni ne ho 32 e che a fatica, da solo, sto recuperando saperi e mestieri.

  7. scritto il 14 settembre 2011 22:51 da Robbè

    cosa ci facevi a manchester? Pura curiosità, ci vivo da poco. Arrivato subito dopo i riots. I segni nel centro città di vetrine infrante ci sono ancora

Lascia qui il tuo commento


Creative Commons License