Fantastici devoti

by Diego Bianchi il 12 gennaio 2005 @ 16:59 / Buon_Butù / 11 Commenti
Ogni buon Dio ha l'iconografia che si merita, una campagna pubblicitaria degna, gingol efficaci, preghiere a supporto e testimonial illustri.
Tutte cose che non spettano al buon Butù ma a noi fedeli, e siccome il buon Butù è comunque un prodotto Carbonara Sushi, tra web, blog, radio, tv, chat, crew, musica e parole, non sarà su questo piano che ci faremo cogliere in difetto.
Sul terreno della comunicazione, in sostanza, il Nostro non può essere da meno dei suoi competitor, pena un ritardo promozionale difficilmente colmabile.
L'ottimana e l'astensione dal pollo sono basi di partenza di una dottrina ancora in fieri, di un provvidenziale impiccionismo del Nostro nelle piccole grandi cose che arrovellano la quotidianità di devoti e infedeli.

Ma prima c'è da farsi un'immagine, o più d'una.
Perchè i veri Fantastici siamo noi.

* inviare immagini, gingol, audio, video, preghiere, ex-voto e quant'altro a diegobianchi[at]gmail.com indicando nel soggetto “Per il buon Butù“.
** il materiale, purchè rispettoso, sarà presto pubblicato su queste pagine.


Il buon Butù

by Diego Bianchi il 11 gennaio 2005 @ 10:40 / Buon_Butù / 12 Commenti
Michela sa un sacco di filastrocche e ninne nanne e questa è un'indubbia qualità.
Sotto Natale poi è riuscita pure a variare il repertorio includendo qualche strofa facente rima con “buon Gesù”.
Ecco, ogni volta che Anita cerca di fare eco alla madre invocando il buon “Butù”, mi scompiscio dalle risa.
Insomma, a me il buon Butù sta parecchio simpatico.
Roba da farci una religione nuova.
Anzi, se volete, possiamo buttare giù qualche idea.


Vedo blogger, faccio post

by Diego Bianchi il 10 gennaio 2005 @ 11:23 / Glob / 32 Commenti

Ormai è un dato statisticamente appurato: i blogger che si radunano in quanto blogger e non in quanto amici sono per il 90% maschi, l'80% dei quali è composto da nerd, l'80% dei quali probabilmente non chiavante.
Come se non bastasse, l'80% delle sparute femmine che si appalesano è un oggettivo concentrato di cozze.

Quel che va detto va detto.



Dì di festa

by Diego Bianchi il @ 10:39 / Cose_Mie / 11 Commenti
Se alle 10 di mattima di un giorno festivo ti suona insistentemente il postino alla porta, una, due, tre volte, per recapitarti una raccomandata con la quale ti si chiedono 1.800 euro per tasse sulla monnezza di 4 o 5 anni fa, peraltro regolarmente pagate, non è una bella giornata.
Anzi, diciamo proprio che in generale sta Befana ha ampiamente cacato il cazzo.


Formapiatte

by Diego Bianchi il 5 gennaio 2005 @ 16:07 / Ai_Mejo_Post / 11 Commenti
Sappiate che se i blog di Excite funzionano è solo questione di culo, o, in alternativa, merito di Amlo che per capodanno è passato da queste parti (e siccome lui è uno che ce capisce ha risolto il problema).


More Iacona

by Diego Bianchi il @ 15:48 / Tivvu' / 14 Commenti
Chi mi spiega perchè non si parla di Riccardo Iacona (W il Mercato, W gli Sposi) come del Michael Moore italiano?
A me sembra pure più bravo.


Soddisfazioni senza senso

by Diego Bianchi il 4 gennaio 2005 @ 15:24 / Cose_Mie / 4 Commenti
Ma quanto mi sono divertito quando a mezzanotte e mezza della notte di Capodanno ha suonato alla porta una cugina di Michela e ha trovato tutto spento perchè ci eravamo appena messi a dormire (nonostante il nostro dirimpettaio continuasse a sparare in aria col fucile)?
E quando Michela, in camicia da notte, le ha aperto la porta con fare scazzato e sguardo esageratamente dormiente, comunicandole un ”ti pare questa l'ora di suonare a casa della gente, con una bimba che dorme, con dei nonni che dormono, ecc. ecc.?”?
E' stato bellissimo.


10 agosto 2004

by Diego Bianchi il 31 dicembre 2004 @ 17:50 / Intervallo / 11 Commenti
Quello nella foto è uno dei momenti del 2004 in cui sono stato più felice.
La Slammer ha appena terminato il concerto a Monte San Giovanni Campano, il paese di Pasticcio.

Non è che in un anno ne capitino molti di momenti così.
Raro è che qualcuno, come in questo caso la mia signora, riesca a fissarli in una foto.
Ecco perchè questa è la foto che vince.
 



Prospettiva Ciommei

by Diego Bianchi il 23 dicembre 2004 @ 23:54 / Intervallo / 6 Commenti

TPOTYNSDTYA, terza foto premiata (la prima è questa e la seconda quest'altra):


Prospettiva Ciommei
da guardare ascoltando i
Living Colour

Foto del maestro Giorgio Ciommei al lavoro nella sua bottega cuprense.
Il burbero e saggio pittore tolentinate è uno che nella vita fa il pittore, ci campa e ci ha fatto campare una famiglia.
Un giorno scolpì una falce e martello su un sasso e me la regalò.
La infilai in una sacchetta che appesi allo specchietto retrovisore della Fiat Uno.
Dopo non molto i ladri mi fregarono la Uno con tutta la falce e il martello sul sasso.
Quando ritrovai la macchina, la sacchetta non c'era più e ci rimasi molto male.


Acquaticità

by Diego Bianchi il @ 12:21 / Intervallo / 3 Commenti
 


Acquaticità
da guardare ascoltando qualcosa di
Muddy Waters

Questo più che un post è uno spot, involontario, ma evidente.
se alla Tinnea vedessero questa foto mi contatterebbero subito per farla propria e imbastire attorno ad essa la prossima campagna pubblicitaria.
In realtà, non so bene perchè mio padre abbia scattato questa foto.
Non si capisce benissimo se a catturare la sua curiosità sia stata la boccia d'acqua ormai calda o la signora in ammollo ormai lessa.
La sovrapposizione di primo e secondo piano genera tuttavia un'indubbia sensazione di diuretico rilassamento e idratante serenità.




Creative Commons License